SENTIERO GEOLOGICO LE PIETRE E L’ACQUA-PIZZO S.OTIERO-SORGENTE CATARRATTI

672
Centrale Idroelettrica

Petralia Sottana
Regie trazzere delle transumanze Petralia/Castelbuono
Ponte di Pietra
Ponte di San Brancato
Torrente Mandarini
Pizzo Sant’Otiero
Sorgenti Catarratti
Centrale idroelettrica Catarratti 1908
(m 10.884 frazionabili, difficoltà medio-alt

Utilizzando la Regia Trazzera delle transumanse Petralia-Castelbuono, dopo circa 30 minuti si raggiunge Ponte di San Brancato, a schiena d’asino in stile romanico, che permetteva di attraversare il torrente Mandarini.
Arrivati a Pizzo di S. Otiero è possibile osservare resti di colonne; qui, infatti vi era la cava di pietra “Lumachella” da cui si ricavarono le dodici colonne monolitiche della Chiesa Madre di Petralia Sottana.
Il percorso prosegue sino a raggiungere la sorgente Catarratti, una delle più importanti della Sicilia centro-settentrionale e, più avanti l’omonima centrale idroelettrica, ancora funzionante, magnifica espressione di “archeologia industriale” dei primi del Novecento.

 

Brochure ITALIANO

Brochure INGLESE