Ospitalità medici emergenza Covid19

Il Comune di Petralia Sottana sarà disponibile ad accogliere i medici delle strutture lombarde più impegnate nella gestione dell’emergenza Covid che saranno ospiti del Parco delle Madonie, di Hotel Costaverde e Fondazione Giglio di Cefalù da luglio in poi, una settimana per famiglia.

Lo rende noto il Sindaco Leonardo Iuri Neglia: “Siamo lieti e onorati d’accogliere persone che non si sono risparmiate nel prendersi cura del prossimo. La questione del diritto fondamentale alla salute (e specificatamente della sanità pubblica) è particolarmente sentita dalla nostra Amministrazione e dalle nostre comunità, poiché in questi anni abbiamo assistito ad una diminuzione sistematica dei livelli di assistenza e al ridimensionamento dell’Ospedale di Petralia. Siamo tuttora impegnati in un confronto serrato per il suo potenziamento e conseguente rilancio come opportunità di sviluppo del nostro territorio. Vogliamo tenere alta l’attensione anche con iniziative solidali come questa”.
Varie realtà insistenti a Petralia Sottana saranno a disposizione per animare e intrattenere gli ospiti, visitare il centro storico e i principali monumenti, il museo, il percorso Geologico Urbano e i siti Geopark Madonie Unesco ricadenti nel territorio, la Centrale Idroelettrica di Contrada Catarratti, il percorso degli alberi monumentali, Piano Battaglia e il Santuario di Maria SS. dell’Alto. Tutto ciò sarà possibile grazie a i volontari del Servizio Civile Universale del Comune di Petralia Sottana e della Pro Petralia “F. Tropea”, l’Associazione Haliotis, il Club Alpino Italiano -Sezione delle Madonie di Petralia Sottana, l’Associazione Ballo Pantomima della Cordella, Il museo Civico Antonio Collisani, Il Parco Avventura Madonie che hanno confermato l’adesione all’iniziativa, unitamente al Centro Commerciale Naturale “Antonio Pepe”, mentre la ditta “Tempero” di Sonia Geraci si è resa disponibile per organizzare la logistica, mentre l’ex assessore alla cultura Lucia Macaluso si occuperà di narrare il territorio.
“Si rafforza – afferma il Commissario dell’Ente Parco Caltagirone – la rete solidale. Un segno che il territorio, le associazioni, gli operatori ed i cittadini madoniti confermano la loro sensibilità sul tema della solidarietà verso chi si è speso senza risparmiarsi nella gestione sanitaria”.

Condividi

Articoli simili