CONSIGLIO DEL PARCO DELLE MADONIE-ULTIMA SEDUTA PER IL 2021

115

APPROVATE E DISCUSSE MOLTEPLICI IMPORTANTI QUESTIONI
Si è riunita stamattina, presso la sala Consiliare del Parco delle Madonie, il Consiglio del Parco, presieduto dal Presidente Angelo Merlino, che ha visto anche la presenza dell’Assessore al Territorio e Ambiente On. Toto Cordaro. Molteplici ed importanti questioni sono state trattate, tra le quali:
– Approvazione dell’Adozione del Piano Triennale del Fabbisogno del personale 2021 – 2023 che è lo strumento base per definire la pianta organica dell’Ente e le figure necessarie che servono per il giusto funzionamento della macchina amministrativa;
– È stata affrontata la questione sulla fauna problematica, con la presentazione da parte dell’Assessore della circolare che stabilisce le linee guida sulla destinazione dei capi abbattuti a seguito dell’emissione, da parte dei sindaci del territorio, delle ordinanze di controllo e abbattimento della fauna problematica;
– È stato consegnato all’assessore il documento, condiviso dalle amministrazioni territoriali (Comunali e non), che riporta delle proposte operative scaturite a seguito degli incendi che hanno interessato il territorio madonita la scorsa estate;
– Si è discusso anche della situazione relativa a Piano Battaglia, sotto ogni punto di vista, fissando già per i primi giorni di gennaio un nuovo incontro operativo.
A margine del consiglio sono state inoltre consegnati gli attestati di superamento del corso ai selecontrollori che hanno preso parte allo specifico corso organizzato dall’Ente Parco e che vanno a rafforzare le fila degli operatori abilitati che possono essere impiegati nelle operazioni previste dai piani di gestione e controllo della fauna selvatica problematica.
Erano presenti anche una delegazione di produttori del comitato “Fatti non parole”.
È stato un bel momento di confronto e programmazione che, è bene ricordare, sta alla base di ogni attività istituzionale e non. Con una buona programmazione, condivisa con tutti gli attori istituzionali interessati, dall’Assessore (che ringrazio sempre per l’attenzione e la vicinanza che sempre dimostra) ai Sindaci che compongono il Consiglio.
Proprio grazie a questa collaborazione istituzionale, stiamo ponendo in essere azioni, soprattutto quelle del controllo e gestione della fauna, che sono tra le più all’avanguardia in Italia.
Chiudiamo un anno impegnativo ma che ha dato anche bei momenti di soddisfazione.